Virginio - La Dipendenza - Clickletras.com.br


Letra La Dipendenza

Mi tufferò come vuoi tu
Nel futuro che è arrivato
Perché alla peggio si riderà
O diventerà passato.
Così mi sporco e mi fido di nuovo
Dei miei quattro pensieri normali,
Tu li hai presi per buoni all'inizio
Io ho provato a cercarne migliori.
Mentre un raggio di sole mi taglia la faccia un mio amico fa il tifo per te
Tu mi rubi una frase e io allargo le braccia e rimane un favore, soltanto un favore
Che puoi fare per me.

Portami dov'è l'amore
Senza dipendenza.
Toccami dov'è il piacere
Senza dipendenza.
Il pericolo non c'è ,
Il pericolo non è
Non dormire se non dormi
Ma inseguirti per salvarmi.

Allora tutto scivolerà
Lasciando i giorni buoni,
Come la pioggia ad agosto, grassa e pesante
Sparisce nei tombini.
Ora allunga le mani in avanti
E poi muovi due passi da me
Per vedermi per quello che sono
E non come una parte di te.
Che io possa godere di un solo momento di quel soffio di felicità
Del tuo bacio sugli occhi senza stare a contare
Quanto tempo ci sta,
Quanto tempo ci sta.

Portami dov'è l'amore
Senza dipendenza
E toccami dov'è il piacere
Senza la decenza.
Il pericolo non c'è ,
Il pericolo non è
Non dormire se non dormi
Ma inseguirti per salvarmi.

E toccami dov'è l'amore
E portami dov'è il piacere.
Il pericolo non c'è ,
Il pericolo non è
Non dormire se non dormi
Ma inseguirti per salvarmi.

E' per questo che spengo la luce
Sulle quattro battute finali.
E' più forte la spinta d'amore
O il timore di essere soli ?