Goran Kuzminac - Lo, Mario E Le Rane - Clickletras.com.br


Letra Lo, Mario E Le Rane

E saranno quindici anni
Anzi quasi diciassette
Che suo padre disse:
Esco a comperare le sigarette

Ma nessuno l'ha più visto
E la mamma poveretta
Incollata alla finestra
Ogni notte lei lo aspetta.

Mezzogiorno con le rane
Per giocare dentro al fosso
Il companatico nel pane
Grandi orecchie e ciuffo rosso

Lui non ci vedeva bene
Non portava mai gli occhiali
Mi parlava di ragazze sempre
Brutte e un po' banali

Sua sorella poco seno
In mille guai s'innamorò
Uno scherzo in mezzo al fieno
Se alla prima ci restò

Non sapendo cosa fare
Si rivolse a padre pio
Per la colpa da espiare
Mentre mario era già zio

Mezzogiorno con le rane
Per giocare dentro al fosso
Il companatico nel pane
Grandi orecchie e ciuffo rosso

Lui non ci vedeva bene
Sempre il naso controvento
Ma era il mio migliore amico
L'ho difeso contro cento

Poi ricordo il nodo in gola
Col biglietto alla stazione
La mia idea era una sola
Di sfondare nella canzone

La corriera partì in fretta
Salutai dal finestrino
Quella vita troppo stretta
Mi ubriacava come il vino

Non ci siamo più rivisti
Poche frasi dagli amici
Mesi allegri e giorni tristi
Compleanni un po' infelici

Ma ritorno quando posso
Nella testa ho cose strane
E ti aspetto dentro il fosso
Per giocare con le rane