Etta Scollo - Liggenna - Clickletras.com.br


Letra Liggenna

Leggenda del flauto (Ital.)
Piccolo pastore che mi tieni fra le labbra,
io sono la figlia del re
e per prendere una penna di cuculo
mio fratello Peppe fu il traditore.

Piccolo pastore che mi tieni fra le labbra,
io fui gettata nelle acque serene
e per prendere una penna di cuculo
mio fratello Peppe fu il traditore.

A te padre, che mi tieni fra le labbra,
io fui gettata nelle acque serene
e per portarti una penna di cu
mio fratello Peppe fu il traditore.


Liggenna (Sicil.)
Picurareddu chi 'mmucca mi teni,
jeu sugnu figghia di re cavaleri.
E pi pigghiari 'na pinna di cu
me frati Peppi lu tradituri fu.

Picurareddu chi 'mmucca mi teni,
jeu fu ghiccata 'nta l'acqui sereni.
E pi pigghiari na pinna di cu'
me frati Peppi lu tradituri fu.

A tia, patri, ca 'mmucca mi teni,
jeu fu ghiccata nta l acqui sereni.
Pi a tia purtari na pinna di cu'
me' frati Peppi lu trarituri fu.